Si è concluso positivamente il

Convegno Scientifico

POLITICHE ISTITUZIONALI SUL GIOCO DAZZARDO INDUSTRIALE


Campidoglio - Palazzo Senatorio - Sala del Carroccio

scarica il programma

A breve verranno pubblicati su questo sito i video e le slides delle relazioni svolte

Master di 1° livello Università Milano Bicocca / ALEA

aleamaster

 

 

 

 

 

Per visualizzare il Programma del Master >>>

Maggiori informazioni sul sito:
Università degli Studi di Milano - Bicocca

Stampa

Recensione del libro “Troppe Vite in Gioco - I familiari, vittime sconosciute del gioco d’azzardo” di Lucio De Lellis - Roberta Smaniotto

troppeviteingiocoL’autore, giocatore patologico da più di 30 anni, da 11 anni dichiara di aver smesso di giocare. Partendo dalla propria esperienza, che viene descritta nel libro e consapevole di quanto il perdere il controllo sul gioco d’azzardo distrugga la vita non solo del giocatore ma anche dei propri familiari, l’autore si rivolge direttamente a loro. E’ un libro molto pratico, all’interno del quale i familiari possono trovare suggerimenti molto utili ed anche efficaci su come affrontare il problema all’interno del proprio nucleo:

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Stampa

Giocare con le parole, azzardare con la cura - di Daniela Capitanucci

paroleLe parole sono importanti. E' anche attraverso di esse che il mondo acquista senso. E questo senso può cambiare anche a seconda di termini che usiamo per descriverlo. Manipolare la semantica dunque può dare luogo alla modificazione della realtà percepita e la storia delle parole usate nel nostro paese negli anni scorsi per descrivere il gioco d'azzardo, e persino il gioco d'azzardo patologico, riservano sorprese interessanti.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Stampa

SAN CONO PROTETTORE DEI GIOCATORI ? | di Mauro Croce

225px-San ConoHo conosciuto questa curiosa storia dagli amici dell’osservatorio internazionale sul gioco dell’università di Salerno , Ornella De Rosa e Donato Verrastro, allievi e continuatori dell’ opera di Giuseppe Imbucci, uno dei più grandi studiosi della relazione uomo-gioco-cultura. Una relazione vitale per ogni essere umano che Imbucci insieme, e direi al pari di Huitzinga e Caillois, ha esplorato nelle dimensioni storiche ed antropologiche.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Stampa

Women who gamble. A group clinic experience through the circus metaphor and other stories | Fulvia Prever e Valeria Locati

{module loutrakiwall}

Presentazione AND - ALEA alla 9th European Conference on Gambling Studies and Policy Issues, 19/21 settembre 2012,  Loutraki. Greece - Fulvia Prever AND (Azzardo e Nuove Dipendenze), ALEA - Valeria Locati AND (Azzardo e Nuove Dipendenze)

Parole chiave: gioco patologico, donne, terapia di gruppo, approccio sistemico, relazione, metafora

L’obiettivo di questo lavoro è di mostrare l'impatto del gioco d’azzardo femminile in Italia, le sue principali caratteristiche, le cause della sua escalation, e la pesante ricaduta sulla famiglia e la società.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Dagli scopi associativi di ALEA

  • " ... favorire la promozione e la diffusione di una corretta cultura del gioco che ne valorizzi gli aspetti di stimolo culturale, intellettivo ed associativo ed implichi, nel contempo, la consapevolezza dei rischi collegati alle stesse attività di gioco laddove presenti ... "
  • " .... promuovere studi e ricerche tese, anche in collegamento con istituti universitari e di ricerca, a sostenere una corretta cultura sul gioco e ad arricchire gli strumenti di contenimento dei suoi aspetti problematici ... "
  • " ... allargare la tematica del gioco d’azzardo ad altri comportamenti a rischio quali l’uso di alcool e di sostanze psicoattive legali o illegali, la guida pericolosa, le attività sessuali a rischio, le forme di investimento ad alto potenziale di rischio,  ... "
  • " ... promuovere iniziative congressuali con la partecipazione di studiosi competenti a livello nazionale ed internazionale, seminari di approfondimento su aspetti specifici di cui ai punti menzionati, giornate di studio con operatori che si occupano direttamente della problematica e dibattiti con la cittadinanza ... "
  • " ... promuovere corsi di formazione e di aggiornamento per incrementare il livello di competenza degli operatori, mettendoli in grado di affrontare in modo specifico ed efficace le diverse forme di gambling problematico. ... "
  • " ... favorire la creazione di una rete di contenimento del fenomeno del gambling problematico attraverso la attivazione di numeri verdi sia a livello nazionale che locale al fine di garantire adeguate forme di riferimento a persone incappate in forme patologiche di gioco nonché dei loro familiari ... "
  • " ... favorire forme di raccordo e sinergia funzionale tra operatori impegnati nel settore pubblico privato-sociale e libero-professionale che operano nel settore ai diversi livello di competenza (ricerca, interventi di cura riabilitazione e prevenzione) ... "
  • " ... creare una banca dati vuoi su supporto cartaceo (libri e riviste in lingua italiana e straniere) che informatica (attraverso collegamenti via Internet con centri di ricerca ed università) onde favorire la disseminazione di informazioni scientifiche necessarie a promuovere studi e ricerche su un tema tuttora scarsamente esplorato... "

  • "... creare un centro studi a supporto delle attività di ricerca e delle attività di promozione scientifico-culturale attraverso il bando di borse di studio che premino tesi di laurea ed altri elaborati scientifico-divulgativi inerenti i temi in oggetto... "
  • "... creare e gestire siti su Internet come forma innovativa di supporto tesa a fornire informazioni utili a cittadini, operatori e studiosi sui temi oggetto... "
  • "... stabilire rapporti di collaborazione con associazioni italiane e straniere che si prefiggono finalità analoghe, con particolare riguardo all'European Association for the Study of Gambling, ... "
  • " ... favorire in particolare una rete di collegamento con le associazioni che si occupano di psicoterapia e di counseling, nonché di dipendenze patologiche e di comportamenti compulsivi e a rischio, al fine di promuovere utili sinergie nel campo della ricerca e della elaborazione di strategie di intervento atte a ottimizzare le risorse già disponibili... "
  • "... avviare rapporti di collaborazione con Enti pubblici - quali Ministeri, Regioni, Provincie, Comuni e Provveditorati agli studi, - al fine di conseguire le finalità della Associazione a vantaggio della cittadinanza ed in particolare dei soggetti a rischio... "
  • " ... promuovere in modo autonomo o in collaborazione con Enti pubblici e privati campagne di sensibilizzazione tese a diffondere una corretta cultura del gioco e a prevenire forme disfunzionali o patologiche, utilizzando l’intera gamma dei media a disposizione..."

Sono un giocatore a rischio ?

Come valutare se il mio modo di giocare è "a rischio" e se è necessario consultare uno specialista per una diagnosi corretta ?

Scarica qui il test di valutazione CPGI