22 maggio 2015 - Milano
presso Caritas Ambrosiana, Salone Msg. Bicchierai, Via San Bernardino 4. Metropolitana: Duomo o San Babila

Seminario di studio
Attualità nel trattamento del giocatore d’azzardo problematico
Presentazione del Manuale sul gioco d’azzardo di Bellio e Croce

 

ORARIO

RELATORE

TITOLO

9.00-9.30

 chairman

Presentazione del seminario

9.30-10.10

Daniela Capitanucci

La valutazione del giocatore d’azzardo

10.10-10.50

Roberta Smaniotto

La psicoeducazione nel trattamento del disturbo da gioco d’azzardo

10.50-11.10

PAUSA

11.10-11.50

Amelia Fiorin

Il counselling finanziario

11.50-12.30

Graziano Bellio

Il gioco online tra tradizione e innovazione

12.30-13.00

DISCUSSIONE

Il Seminario è gratuito. Preiscrizione obbligatoria via email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. (entro 15.5.2015). Ammissioni sino al raggiungimento del massimo dei posti disponibili in sala.

donnealea

«Fermiamo l'azzardo». Appello in 4 mosse. su Avvenire

macchinettaALEA, Conagga, Movimento NoSlot, SlotMob, Consulta Nazionale Antiusura, il Forum delle Associazioni Familiari e la Campagna MettimociInGioco (che raccoglie Acli, Ada, Adusbef, Anci, Anteas, Arci, Associazione Orthos, Auser, Aupi, Avviso Pubblico, Azione Cattolica Italiana, Cgil, Cisl, Cnca, Conagga, Ctg, Federazione Scs-Cnos/Salesiani per il sociale, Federconsumatori, FeDerSerD, Fict, Fitel, Fp Cgil, Gruppo Abele, InterCear, Ital Uil, Lega Consumatori, Libera, Scuola delle Buone Pratiche/Legautonomie-Terre di mezzo, Shaker-pensieri senza dimora, Uil, Uil Pensionati, Uisp) hanno firmato un appello condiviso contro il dilagare indiscriminato dell'azzardo.

Leggi l'articolo ed il testo dell'appello su Avvenire

Recensione del libro “Troppe Vite in Gioco - I familiari, vittime sconosciute del gioco d’azzardo” di Lucio De Lellis - Roberta Smaniotto

troppeviteingiocoL’autore, giocatore patologico da più di 30 anni, da 11 anni dichiara di aver smesso di giocare. Partendo dalla propria esperienza, che viene descritta nel libro e consapevole di quanto il perdere il controllo sul gioco d’azzardo distrugga la vita non solo del giocatore ma anche dei propri familiari, l’autore si rivolge direttamente a loro. E’ un libro molto pratico, all’interno del quale i familiari possono trovare suggerimenti molto utili ed anche efficaci su come affrontare il problema all’interno del proprio nucleo:

SAN CONO PROTETTORE DEI GIOCATORI ? | di Mauro Croce

sanconoteggiano 0000Ho conosciuto questa curiosa storia dagli amici dell’osservatorio internazionale sul gioco dell’università di Salerno , Ornella De Rosa e Donato Verrastro, allievi e continuatori dell’ opera di Giuseppe Imbucci, uno dei più grandi studiosi della relazione uomo-gioco-cultura. Una relazione vitale per ogni essere umano che Imbucci insieme, e direi al pari di Huitzinga e Caillois, ha esplorato nelle dimensioni storiche ed antropologiche.

Dagli scopi associativi di ALEA

  • " ... favorire la promozione e la diffusione di una corretta cultura del gioco che ne valorizzi gli aspetti di stimolo culturale, intellettivo ed associativo ed implichi, nel contempo, la consapevolezza dei rischi collegati alle stesse attività di gioco laddove presenti ... "
  • " .... promuovere studi e ricerche tese, anche in collegamento con istituti universitari e di ricerca, a sostenere una corretta cultura sul gioco e ad arricchire gli strumenti di contenimento dei suoi aspetti problematici ... "
  • " ... allargare la tematica del gioco d’azzardo ad altri comportamenti a rischio quali l’uso di alcool e di sostanze psicoattive legali o illegali, la guida pericolosa, le attività sessuali a rischio, le forme di investimento ad alto potenziale di rischio,  ... "
  • " ... promuovere iniziative congressuali con la partecipazione di studiosi competenti a livello nazionale ed internazionale, seminari di approfondimento su aspetti specifici di cui ai punti menzionati, giornate di studio con operatori che si occupano direttamente della problematica e dibattiti con la cittadinanza ... "
  • " ... promuovere corsi di formazione e di aggiornamento per incrementare il livello di competenza degli operatori, mettendoli in grado di affrontare in modo specifico ed efficace le diverse forme di gambling problematico. ... "
  • " ... favorire la creazione di una rete di contenimento del fenomeno del gambling problematico attraverso la attivazione di numeri verdi sia a livello nazionale che locale al fine di garantire adeguate forme di riferimento a persone incappate in forme patologiche di gioco nonché dei loro familiari ... "
  • " ... favorire forme di raccordo e sinergia funzionale tra operatori impegnati nel settore pubblico privato-sociale e libero-professionale che operano nel settore ai diversi livello di competenza (ricerca, interventi di cura riabilitazione e prevenzione) ... "
  • " ... creare una banca dati vuoi su supporto cartaceo (libri e riviste in lingua italiana e straniere) che informatica (attraverso collegamenti via Internet con centri di ricerca ed università) onde favorire la disseminazione di informazioni scientifiche necessarie a promuovere studi e ricerche su un tema tuttora scarsamente esplorato... "

  • "... creare un centro studi a supporto delle attività di ricerca e delle attività di promozione scientifico-culturale attraverso il bando di borse di studio che premino tesi di laurea ed altri elaborati scientifico-divulgativi inerenti i temi in oggetto... "
  • "... creare e gestire siti su Internet come forma innovativa di supporto tesa a fornire informazioni utili a cittadini, operatori e studiosi sui temi oggetto... "
  • "... stabilire rapporti di collaborazione con associazioni italiane e straniere che si prefiggono finalità analoghe, con particolare riguardo all'European Association for the Study of Gambling, ... "
  • " ... favorire in particolare una rete di collegamento con le associazioni che si occupano di psicoterapia e di counseling, nonché di dipendenze patologiche e di comportamenti compulsivi e a rischio, al fine di promuovere utili sinergie nel campo della ricerca e della elaborazione di strategie di intervento atte a ottimizzare le risorse già disponibili... "
  • "... avviare rapporti di collaborazione con Enti pubblici - quali Ministeri, Regioni, Provincie, Comuni e Provveditorati agli studi, - al fine di conseguire le finalità della Associazione a vantaggio della cittadinanza ed in particolare dei soggetti a rischio... "
  • " ... promuovere in modo autonomo o in collaborazione con Enti pubblici e privati campagne di sensibilizzazione tese a diffondere una corretta cultura del gioco e a prevenire forme disfunzionali o patologiche, utilizzando l’intera gamma dei media a disposizione..."
Jammasrl
Jammasrl Furto in un bar a Loano (SV): scassinate le slot, bottino oltre 6mila euro dlvr.it/9wX8hQ fb.me/3KylBDiUW
GiocoNews_it
GiocoNews_it Sequestro #Carabinieri a imprenditore #slot , Introna (Regione #Puglia ): 'Arma presidio di legalità' fb.me/7Y2wLS8iV

Sono un giocatore a rischio ?

Come valutare se il mio modo di giocare è "a rischio" e se è necessario consultare uno specialista per una diagnosi corretta ?

Scarica qui il test di valutazione CPGI